Cerca

Mille post it e una torta alle fragole



Ho una nota per tutto: per la lista della spesa, un appuntamento, le scadenze, un evento, i compleanni delle persone care, ma anche per ricordarmi di stendere la lavatrice, dare da mangiare al gatto, annaffiare le piante.


Mi segno le cose da fare su qualsiasi superficie utile (un post it, nella migliore delle ipotesi, ma anche uno scontrino, la scatola dei cornflakes, il volantino della piadineria).


Il mio complesso sistema di note prevede: agenda, post it di svariate dimensioni e colori, calendario di Google, ben due app per note testuali e vocali, un paio di fogli excel, un quaderno per le note di lavoro, uno per gli appunti di viaggio, più note di ogni genere scritte ovunque.


Vado per difetto: probabilmente ho altre note che ho dimenticato di avere. In più spesso mi annoto le cose senza neanche sapere bene perché, just in case, per eventuali utilizzi futuri.


Il bello è che solitamente prendo nota in triplice copia e per le cose più importanti metto anche una sveglia sul cellulare: è divertente quando tutti gli alert si mettono a suonare nello stesso momento.


Certe volte penso mi servirebbe una segretaria per segnalarmi e ricordarmi tutte le mie note.

Perché non sono note: è un palinsesto.


Bene, quest'anno, in questo delirio di note, mi ero segnata con largo anticipo la festa della mamma.

L'avevo segnata anche sul calendario di Google, indicando come data la prima domenica di maggio. Non chiedetemi perché: ne ero talmente convinta che, con buona pace di tutta la pubblicità cioccolatosa e fiorellosa (l'Accademia della Crusca mi ha dato l'ok) del periodo, ho continuato a pensare che fosse oggi e non il 9 maggio come sa tutto il resto del mondo.


Così ho preparato una bella torta di fragole per l'occasione e questa mattina, quando Mr Google mi ha avvisato, ho perfino fatto gli auguri a mia mamma, la quale mi ha ringraziato...chiedendomi subito dopo:" Ma perché?"


Ecco, io e le mie note.


Comunque la torta di fragole era proprio buona: ci siamo anticipati e l'abbiamo assaggiata ieri.

La ricetta l'ho presa su Il Cucchiaio d'argento: eccola qui.


Torta soffice alle fragole

- fragole: 450 g (pulite)

- farina 00: 150 g

- maizena: 50 g

-zucchero semolato: 160 g

- ricotta vaccina: 250 g

- burro: 60 g

- 2 uova

- 1 limone biologico

- 1 bustina di lievito per dolci

- miele di acacia


Montate con le fruste le uova assieme allo zucchero e alla buccia di limone grattugiata. Nel frattempo fate fondere il burro, quindi aggiungetelo all'impasto e, a seguire, unite anche la farina, la maizena e il lievito.


Aggiungete quindi all'impasto la metà delle fragole tagliate a pezzetti, mescolando delicatamente.


Le restanti fragole, tagliate a metà longitudinalmente, le userete per decorare la superficie del dolce, disponendole sull'impasto già posizionato nella teglia, senza farle affondare troppo. Spolverizzate con un cucchiaio di zucchero e infornate a 180 gradi per circa 45 minuti.


Lucidate infine in superficie con il miele.


Per una versione più golosa, potete invece lasciar cadere sulla superficie qualche sbuffo di panna montata o una diversa crema a vostra scelta (purché pannosa e calorica). Non ve ne pentirete (al limite dopo).


Se poi proprio volete strafare, sulla panna lasciate cadere un filo di caramello salato.


E buona non-festa-della-mamma a tutti!


#fragole #garfagnana # #tortaallefragole #festadellamamma

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
logo_TRY_edited.jpg